Come aprire una postazione di ricarica per auto elettriche

colonnina

DESCRIZIONE

Per chi compra un veicolo elettrico oppure una vettura ibrida, fare il pieno di energia può rappresentare un grosso problema. Attualmente in Italia i punti di rifornimento sono solo qualche centinaio, distribuiti in modo poco equo e prevalentemente concentrati a Milano, Roma e Firenze. La situazione è dunque molto critica, tuttavia l’interesse crescente verso la mobilità alternativa e il diffondersi del car sharing green sta creando interessanti opportunità per chi ha voglia di investire e avviare una postazione di ricarica per auto elettriche.
La prima cosa da scegliere è dove installare la colonnina e in che modo; in linea generale, andrebbero scelti i posti auto che: aumentano la visibilità del punto di ricarica (soprattutto se questo serve ad offrire un servizio di ricarica a clienti/visitatori); riducono i costi di installazione (quindi i posti auto più vicini al quadro elettrico generale/contatore, oppure quelli più facilmente raggiungibili con i cavidotti esistenti).
Una volta identificati i posti auto da riservare alla ricarica delle auto elettriche, è utile decidere quanti posti auto attrezzare, se un numero pari oppure dispari, e che tipo di colonnine installare. Esistono chiaramente varie soluzioni a seconda dello spazio, del numero di veicoli che si vuole soddisfare contemporaneamente e del budget a disposizione.
Ma quanto bisogna investire e soprattutto quanto rende questo tipo di business?
Abbiamo provato a fare due conti, prevedendo la collocazione della postazione presso una stazione di servizio esistente per beneficiare della location. La stima prevede la possibilità di partire con un investimento minimo (solo la presa di ricarica lenta a 16A in corrente alternata). Ora, ipotizzando di spendere circa 3.500 euro per i lavori di installazione, circa 900 euro per la connessione alla rete elettrica, ed altri 8000 euro da suddividere tra il costo della colonnina, dei cavi, del pannello, dell’invertitore elettrico e di un progettista, si arriva ad una spesa complessiva di 12.400 euro.
Considerando per semplicità, un prezzo di ricarica di circa 0.44 kWh, con circa sei ricariche giornaliere si avrebbe un rientro dall’investimento in meno di quattro anni. Questo non considerando le entrate aggiuntive per un esercente: servizi di ristorazione durante l’attesa (ci vogliono circa due ore per fare “il pieno”), controlli meccanici, lavaggio (interno) a fronte di un’offerta di servizi gratuiti al guidatore quali la connessione wi-fi per lavorare durante l’attesa o un angolo riservato per telefonare in privato.

[divider]

INVESTIMENTI

Descrizione Costo
Lavori di installazione 3.500 €
Connessione alla rete elettrica  900 €
Altre spese 8.000 €
Totale 12.400 €

 

2017-06-04T09:09:14+02:004 Giugno 17|10.000-20.000 €, Technology|