Come aprire una liquoreria

DESCRIZIONE

I liquori gli italiani li preparano meticolosamente, li bevono da sempre e li esportano ovunque nel mondo. La novità è che piacciono frequentemente anche ai più giovani e a chi beve con consapevolezza. Nascono così sempre più spesso nuove liquorerie, luoghi dove si punta sulla qualità e il prodotto artigianale, ma anche su ingredienti naturali e sperimentazione.

Sia chiaro, salvo pochissime eccezioni, si parla perlopiù di aziende medie e piccole, anche nel caso di marchi apprezzati e conosciuti. Inoltre non esiste alcuna distinzione tra liquori e liquori artigianali. Il settore racchiude dunque prodotti tradizionali come il mirto, il nocino, la sambuca, il maraschino e il limoncello, ma anche altri prodotti a base di frutta, piante e radici.

Ma come va il mercato? I liquori hanno indubbiamente una forte vocazione all’export e il trend positivo dell’export risente delle politiche americane, dal 18 ottobre. Nel breve periodo, considerando che gli Usa sono il primo mercato di destinazione di questi prodotti, si teme una perdita di almeno il 35% in valore.

Tuttavia, le opportunità per chi vuole investire ci sono. Il primo passo da compiere per chi desidera avviare una liquoreria, è quello di capire come si producono i liquori. Alcuni distillano, altri invece no. Quest’ultimi acquistano semplicemente l’alcool dove porre gli ingredienti in infusione.

Per cominciare serve un laboratorio minimale. Basta una macchina per imbottigliare e una filtratrice. Il resto si può fare a mano.

Capitolo investimenti. Per i macchinari bastano circa 20mila euro, a cui occorre aggiungerne circa altri 30mila per l’avviamento dell’azienda.

Infine, ultima ma non ultima, c’è la formazione. Per produrre liquori esistono offerte formative diversificate, presso le Camere di commercio o tramite la rete territoriale di Confindustria. Tanti i temi su cui occorre porre attenzione, da quelli tradizionali, al marketing, all’innovazione tecnologica e alla comunicazione digitale.

INVESTIMENTI

Descrizione Costo
Macchinari 20.000 €
Avviamento 30.000 €
Totale 50.000 €
2020-01-12T09:11:37+02:0012 Gennaio 20|50.000-75.000 €, Food|