Come aprire un’attività con un autobus

DESCRIZIONE

Si tratta di una moda che ha preso piede già da qualche anno: ovvero recuperare vecchi autobus dismessi, ad uno o a due piani, e trasformarli in veri e propri negozi su strada.
L’idea è semplice. Si compra l’autobus, lo si allestisce e lo si parcheggia sempre nello stesso punto, possibilmente in una strada molto commerciale e trafficata. Dopodiché, si vende quello che si vuole. C’è chi si butta nel campo della moda, creando dei veri e propri fashion truck, chi si cimenta nel campo alimentare e chi più semplicemente crea un locale itinerante in cui organizzare feste, addii al nubilato, oppure cene romantiche.
Il business piace, riuscendo ad intercettare gente attratta principalmente dalla location, ma bisogna puntare sulla qualità, curando tutto l’arredamento nei minimi particolari. Inoltre occorre non farsi abbattere dalla burocrazia, che può essere davvero estenuante. Per avviare questo tipo di attività, serve infatti una patente di tipo C. Ma bisogna anche effettuare il cambio d’uso del mezzo, trasformandolo in un mezzo speciale e facendo inserire nel libretto tutte le sue nuove caratteristiche.
Capitolo investimenti. Le cifre per partire possono essere elevate. Su Google esistono diversi siti a cui rivolgersi per comprare autobus usati. Per la trasformazione ci sono invece carrozzerie specializzate che si occupano della modifica di questi veicoli. Da mettere in conto, comunque, dai 50 ai 100 mila euro di investimenti.

[divider]

BUROCRAZIA

[checklist]

  • Patente di tipo C
  • Cambio d’uso del mezzo

[/checklist]

[divider]

INVESTIMENTI

Descrizione Costo
Acquisto del bus 50.000 €
Arredamento e modifiche 25.000 €
Totale 75.000 €

 

2014-12-07T09:23:07+02:007 Dicembre 14|50.000-75.000 €, Commerce|